Culture

L'Effimero Meraviglioso, a Sinnai il teatro riparte con “Il colore rosa”

4-Effimero-MeravigliosoSon-tutte-belle-le-mamme-del-mondo-IMG2098a-medium

CAGLIARI. Una ripartenza nel segno della cultura e dell'arte per L'Effimero Meraviglioso con la XV edizione del Festival “Il colore rosa” da lunedì 27 luglio fino a sabato 1 agosto nella corte interna del Museo Civico di Sinnai. È forte il desiderio di riscoprire e reinventare il teatro alla luce di quello che il mondo sta attraversando, ma senza dimenticare quello del passato da Goldoni, Pirandello, Shakespeare e Rostand. Farlo con "ironia e leggerezza", ha spiegato Maria Assunta Calvisi, ideatrice artistica della kermesse, "non per minimizzare o nascondere i problemi ma per distogliere la mente dai pensieri più cupi, dalle preoccupazioni del presente e dall'ansia per il futuro, secondo l'etimologia di “divertire” e regalare qualche istante di serenità, magari strappare un sorriso".

Così nasce "Adagio ma non troppo", prodotto dalla compagnia di Sinnai con la regia di Luigi Tontoranelli, che fa della ripartenza il suo tema principale. Lo spettacolo darà il là alla kermesse lunedì 27 luglio  (con una doppia replica) alle 20.45 e alle 22.15. Si tratta riflessione sulla vita sospesa durante il lockdown, sceneggiata da un gruppo di giovani attori – Michela Cidu, Giulia Giglio, Federico Giaime Nonnis, Arcangelo Rapisarda e Leonardo Tomasi – tra le parole dei grandi autori e le note personali da cui emerge, come racconta Luigi Tontoranelli, "l'urgenza di ritornare a farlo vivere il teatro, di “rinnovarne l'eternità".

Seguono gli altri cinque titoli in cartellone, pièces che affrontano le diverse forme e sfumature dell'amore ma anche il ruolo fondamentale della scienza nella società. “Amori da Palcoscenico”, martedì 28 luglio alle 21.30, un raffinato divertissement metateatrale firmato Teatro del Segno, con la cantante e compositrice Rossella Faa, Marta Proietti Orzella e Stefano Ledda. Mercoledì 29 luglio alle 21.30 è la volta di "ITIS Galileo/ Un minuto di rivoluzione!”, un viaggio nella vita del matematico, astronomo e filosofo in cui si intrecciano commedia e dramma, situazioni grottesche e espedienti per sopravvivere.

Giovedì 30 luglio sempre alle 21.30 in scena “Piriciò est dottori sì o no?” del Teatro Tragodia, una commedia tratta da “Le Médecin malgré lui” di Molière, mentre venerdì 31 luglio alle 21.30 “Frammenti Rosa” del Bocheteatro, un monologo ironico e coinvolgente che indaga sull'universo femminile scritto e interpretato da Monica Corimbi, con le musiche eseguite dal vivo da Oscar Bandinu e Fabio Coronas. Infine la programmazione dell'Effimero Meraviglioso chiude con una sua produzione: “Son tutte belle le mamme del mondo?”, in scena Miana Merisi e Luigi Tontoranelli, protagonisti sulle note del pianoforte di Corrado Aragoni di un'antologia di frammenti di teatro e poesia, romanzi e canzoni per la regia di Maria Assunta Calvisi. Il festival, organizzato da L'Effimero Meraviglioso con il patrocinio del Comune di Sinnai, si inserisce nel progetto Intersezioni/ rete di festival senza rete a cura di Fed.It.Art Sardegna. L'ingresso è a offerta libera ed è necessaria la prenotazione.