Culture

“Made in New York”, l’origine della Street Art in una mostra all’Exma

 

 

CAGLIARI. La vera origine della Street Art in una mostra dal titolo “Made in New York” di Keith Haring (Subway Drawings) e Paolo Buggiani, dal 5 dicembre 2019 al 22 marzo 2020 all’Exma, via San Lucifero, 71, a Cagliari. Curata da Gianluca Marziani, l’esposizione racconta con un'ampia selezione di opere l'incontro e la storia di questi due artisti. Tutto è partito sul finire degli anni '70 quando le opere di Keith Haring facevano capolino nei sotterranei e nelle strade di New York. Siamo sempre nella stessa decade quando l'incontro tra Haring e Paolo Buggiani segna l'inizio di un'amicizia caratterizzata da sperimentazioni artistiche nell'ambientazione urbana della Grande Mela. La New York di quegli anni era il crogiuolo di moti generazionali come graffitismo, rap, skateboarding e break dance. 

Ed è questo momento che “Made in New York” vuole immortalare raccogliendo oltre 20 opere originali di quei giorni magici, salvate da sistematica distruzione e conservate da Paolo Buggiani, il primo ad intuire la potenza al presente ma anche il potenziale futuro di quel di Keith Haring. Una traccia di demarcazione necessaria tra la cultura del Graffitismo (che è un singolo fenomeno espressivo, legato all’uso della bomboletta spray) e la dimensione ampia della Street Art (che include molteplici linguaggi, graffitismo compreso, in una dinamica relazionale con lo spazio urbano nelle sue forme espressive, sociali e culturali).

Un modo per affermare l’autonomia e il valore storico della Street Art, da sempre una specie di mondo “alla Matrix” rispetto al panorama di gallerie e musei. Un universo eterogeneo, ricco di forme espressive, tematicamente infinito, eticamente impegnato e linguisticamente contaminato. Uno stato della mente. Uno stato del corpo. Una pelle per (ri)vestire il mondo e (ri)attivare i sensi collettivi, rendendo i luoghi speciali. Nuovi. Talvolta indimenticabili.