Comuni

E luce fu in via dell'Autonomia regionale sarda: il Comune accende i lampioni

incidente-stradale-grave-vigili-del-fuoco-quartu-santelena-1

QUARTU. E luce fu in via dell'Autonomia regionale sarda a Quartu, la strada dei continui incidenti. Facendo seguito alla comunicazione della Città Metropolitana in merito all’illuminazione, il Comune provvederà già da oggi all’accensione dell’impianto. "Una decisione che intende tutelare prima di tutto la sicurezza dei cittadini, in considerazione della pericolosità della strada in questione", spiegano da via Eligio Porcu, "nonostante la stessa resti a tutt’oggi competenza dell’ex Provincia"

L’impianto di illuminazione pubblica, che dall'innesto tra la strada provinciale 95 e 96 si congiunge fino al preesistente impianto comunale della stessa SP96, è stato realizzato nell'ambito degli interventi di manutenzione inclusi nell'accordo di programma stipulato nel 2014 tra l'allora Provincia di Cagliari e il Comune di Quartu.

“L'attivazione  è necessaria per migliorare il livello di sicurezza di quel tratto di strada - spiega l’assessora ai Servizi Tecnologici Tiziana Terrana -. Tuttavia è importante sottolineare che stiamo intervenendo a risolvere un problema su un tratto di strada che non è competenza del Comune di Quartu. Pertanto nel contempo avvieremo le procedure perché venga accertata tale competenza”.

"Finalmente accendiamo le luci in una strada molto pericolosa. Abbiamo preso questa decisone sebbene la competenza non sia del Comune perché consideriamo la sicurezza dei nostri cittadini assolutamente prioritaria - commenta il sindaco Stefano Delunas -. Abbiamo già contato fin troppe croci nelle strade di Flumini e pertanto intendiamo fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per tutelare i quartesi. La decisione, in attesa di capire meglio a chi competono i costi, fa seguito a quanto fatto per garantire l’illuminazione in via Is Pardinas. Stiamo intanto cercando soluzioni rapide per garantire maggiore sicurezza anche in via S’Ecca S’Arrideli. Inoltre in via dell’Autonomia, in attesa dell’avvio dei lavori per la messa in sicurezza ormai prossimo (il progetto consiste in sintesi nell’allargamento delle corsie di marcia, nella realizzazione di tre rotatorie negli incroci a più alto rischio, nell’esecuzione dei marciapiedi in entrambi i lati della carreggiata, nel rifacimento della segnaletica e delle opere di allontanamento delle acque piovane), stiamo accelerando sulle pensiline in prossimità delle fermate del CTM. Fra 10 giorni è infatti in programma un briefing con tecnici e board della società a capitale pubblico per definire gli accordi in vista della sistemazione. Stiamo dando a Flumini più sicurezza e più decoro, migliorando quindi la qualità della vita dei tanti quartesi che abitano nel litorale”.

Copyright © 2018 YouTG.NET. Tutti i diritti riservati.