Culture

"Cambio turno", il brano del cantautore sardo scritto durante la quarantena

nemo

CAGLIARI. In questi giorni di emergenza coronavirus e di flashmob a distanza sostenuti dai tam tam sui social, arriva una voce anche dalle campagne sudoccidentali della Sardegna. In particolare quelle di Sant'Anna Arresi sono state fonte di ispirazione del cantautore Nepomuceno Bolognini, nome d'arte di Simone Lecca, che indipendentemente dalle catene di Sant'Antonio, pubblica sul suo profilo Facebook il brano "Cambio turno": "L'ho scritto perché vivere questa emergenza nella campagna dove abito mi ha come estraniato", spiega Lecca, "una specie di contrasto tra una primavera piena di fiori e un paese in profonda crisi".

E intanto, dedica il brano nato dal periodo di quarantena alla prima vittima sarda di questo male invisibile, Carlo Tivinio, titolare del Lima Lima di Cagliari che con la sua scomparsa ha lasciato un profondo lutto in città e non solo. Per tanti anni Tivinio ha aperto le porte del suo locale ai musicisti e artisti, fornendo un palcoscenico in più nel centro di Cagliari sul quale esibirsi. "La sua morte è stata un doppio colpo", commenta il cantautore, "la perdita di una persona che conoscevo e la tragedia di questo virus che per la prima volta ha varcato i confini della tv per entrare nelle vite di chi conosceva Carlo. Una delle non tantissime persone che apprezzava i miei pezzi".