CAGLIARI. Quel parco giochi in piazza dei Centomila garantisce la sicurezza per gli studenti del Nautico lì accanto? A chiederlo è stato il dirigente dell'Istituto, Giancarlo Della Corte, che ha inviato una richiesta di chiarimenti a tutti gli enti preposti, dai vigili del fuoco alla Regione passando per il Comune (QUI L'INTERVISTA). E proprio da palazzo Bacaredda arriva una risposta, tutt'altro che conciliante nei confronti di coloro che stanno installando le attrezzature. 

"In relazione al parco giochi allestito temporaneamente a ridosso dell'istituto nautico Buccari nella piazza dei Centomila, area di proprietà della Regione Sardegna", spiegano dal Municipio,  "è necessario sottolineare come la comunicazione sia arrivata agli uffici comunali competenti in forte ritardo, nella giornata di ieri, 25 aprile. Oltretutto è ancora più grave che l'allestimento fosse già in corso, prima dell’invio al Comune della documentazione. Risulta chiaro a tutti come, per quanto temporanea, la presenza del piccolo lunapark abbia ripercussioni sull'attività dell'istituto che si affaccia sulla piazza – come sottolineato dal preside in una nota indirizzata anche al Comune – ma anche sulla viabilità in un periodo in cui lungo la direttrice tra la via Roma e il Poetto si concentrano la Fiera aperta ai visitatori e la preparazione del percorso per la Festa di Sant'Efisio. È altrettanto chiaro che", prosegue la nota, "come per qualunque appuntamento si svolga in città, sia necessario che i tecnici del Comune abbiano la possibilità di effettuare per tempo tutte le valutazioni necessarie per il rilascio delle autorizzazioni: ancora di più in un caso come quello in questione, che potrebbe creare non poche complicazioni allo svolgimento delle normali attività cittadine".