CAGLIARI. Tradizioni culinarie sarde e quelle cinesi venerdì 16 e sabato 17 si incontrano a Cagliari per il Capodanno cinese, una delle più importanti festività tradizionali del Paese delle lanterne rosse. Si tratta della prima grande edizione in Sardegna che mira a coinvolgere tutta la comunità cinese presente nella nostra Isola (circa 3mila componenti) e i sardi.

Uno degli obiettivi, attraverso workshop, sfilate e incontri pubblici è proprio quello di far emergere le similitudini esistenti tra la Sardegna e la Cina.

Capodanno-calendario-grande

L’idea arriva da Chiara Sini, presidente dell’associazione “China più vicina” che ha organizzato questa due giorni insieme alla Confesercenti: ”Il messaggio è che i cinesi sono discreti, lavorano tanto, ma hanno voglia di dimostrare il bello della loro cultura e partendo da tante similitudini vogliamo far incontrare la Cina e la Sardegna”. Il centro storico quindi per l’occasione si trasformerà in una piccola cittadina orientale con lanterne, dragoni, leoni e le sfilate rigorosamente con il qipao (il vestito tradizionale cinese)  a partire dalle 18 di venerdì 16 febbraio fino alle 19 di sabato 17 febbraio.