carabinieri-notte-alta

QUARTU. Aveva detto il falso quando venne sentito dai carabinieri alla ricerca di informazioni dopo il ritrovamento del cadavere di Liudmila Volkova, ballerina russa deceduta in un’appartamento di Pitz’e Serra, a Quartu, lo scorso 15 agosto. Un giovane sardo - queste le sole informazioni rese note dai carabinieri della stazione di Quartu - è stato denunciato a piede libero per false dichiarazioni all’autorita giudiziaria.

Le indagini condotte dai militari della Compagnia di Quartu, coordinati dal maggiore Valerio Cadeddu, hanno per ora appurato come dietro alla morte accidentale della ballerina ci sarebbe un fatto considerato delitto doloso dal codice penale, tanto che l'ipotesi di reato per cui si procede è quella di morte come conseguenza di altro delitto. Le indagini sono tuttora in corso. Le dichiarazioni rese dalle numerose persone sentite dai carabinieri sono ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria.