CAGLIARI. Il reparto chiuso per ristrutturazione, il numero dei medici ridotto. Ai disagi legati alle condizioni fisiche si aggiungono quelli arrecati dal sistema sanitario per i trapiantati dell'Isola. Dal 14 al 27 novembre dovranno rinunciare al day hospital del Brotzu: la struttura, punto di riferimento per i trapiantati di fegato e pancreas e per chi, affetto da malattie epatiche dovrà subire l'intervento, chiuderà per lavori di ristrutturazione. "Per adesso non è stato trovato un locale alterativo - ha spiegato Pino Argiolas, presidente dell'associazione Prometeo Sardegna- le viste sono state anticipate o posticipate, questo però determinerà un grande disagio". Altra preoccupazione, non secondaria, arriva per il numero dei medici: se ora i trapiantati posso contare su quattro giorni di visite, tra non molto la disponibilità si dimezzerà: I medici sono già pochi,  ha precisato Argiolas: " Su tre però un medico a breve andrà in pensione, il primario ci ha comunicato che sarà costretto a dimezzare le visite. Vogliamo che il concorso per le nuove assunzioni venga espletato al più presto".