CAGLIARI. Un istituto di ricerca di altissimo livello in una terra tecnologicamente vergine. Quella del Crs4, Centro di ricerca sviluppo e studi superiori Sardegna, è una scommessa vinta da alcuni audaci esponenti politici e ricercatori nel 1990. Un parco scientifico che – grazie alla collaborazione di ricercatori del Cern di Ginevra e del Nobel per la Fisica Carlo Rubbia – nei suoi ventisette anni di attività ha dato vita al primo sito web italiano e al primo quotidiano online d’Europa. A raccontarne la storia e i progetti futuri è Pietro Zanarini, direttore del settore Information Society del Crs4.