Banditismo-Mario-Guerrini

CAGLIARI. "Un mio segreto inconfessabile? Un giorno, durante il processo sull'Anonima Sequestri, fuori dal tribunale di Cagliari stavo per fare a pugni con un bandito". Si lascia andare ai ricordi Mario Guerrini, storico cronista radio-televisivo della Rai, autore di "Banditismo. I segreti di un reporter televisivo" (Giorgio Ariu Editore). Una vita dedicata allo sport (calcio e pugilato) ma anche - e soprattutto - al racconto e all'analisi del banditismo e dei sequestri di persona in Sardegna. A cinquant'anni dal suo primo libro sul tema - "L'Anonima Sequestri" (1969) - Guerrini torna a parlare del fenomeno che, a partire dalla fine degli anni Cinquanta, ha portato l'Isola alla ribalta delle cronache nazionali. E lo fa con un diario tra le cui pagine si ritrovano tutti i protagonisti di quella drammatica stagione, da Graziano Mesina al giudice Luigi Lombardini, passando per Matteo Boe e Annino Mele.

L'intervista di YouTg.net a Mario Guerrini