caffe-e-bicchiere-dacqua

CAGLIARI. A prescindere dai gusti, il caffè va accompagnato da un bicchiere d'acqua. Lo dicono i principi cardine del bon-ton "caffettaro". Una "regola di base" che bar e caffetterie in giro per l'Italia, però, non sempre rispettano. In Sardegna, ad esempio, il bicchiere d'acqua, se richiesto, si paga. Così su Twitter, un turista napoletano ironizza: "Ogni volta che vengo in Sardegna e mi fanno pagare mezzo bicchiere d'acqua accanto al caffè mi ricordo di essere fortunato e napoletano". Nella foto dello scontrino pubblicata, il nome del bar nell'oristanese e l'ironia del turista su quei 20 centesimi che ha dovuto pagare per mezzo bicchiere d'acqua. Soldi che, stando alle sue affermazioni, non avrebbe mai dovuto spendere nella sua città. Napoli, in effetti, è una delle poche città italiane in cui l' "usanza" dell'acqua con il caffè è ormai consolidata, e guai a chi non la serve gratuitamente. A Cagliari e nei dintorni -  ma anche in altre città come Milano e Roma (salvo rare eccezioni) - invece sembra che ci sia ancora da attendere per vedere quel "dettaglio dell'acqua che fa la differenza".