jihadista

NUORO. La sua uscita da Badu'e Carros era prevista per questa mattina, ma per lui le porte del carcere si sono immediatamente riaperte. Belgacem Drabilia, 56enne algerino, è stato fermato dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria del carcere di Nuoro per istigazione alla Jihad, la guerra santa islamica. L'arresto è stato effettuato nell'ambito delle indagini coordinate dal pubblico ministero della procura distrettuale di Cagliari, Danilo Tronci, e finalizzate a contrastare i fenomeni di radicalizzazione e proselitismo all'interno delle carceri italiane. Secondo gli inquirenti Drabilia - detenuto fino a pochi giorni fa a Bancali - proclamandosi imam approfittava delle orazioni del venerdì per fomentare l'odio e indottrinare al martirio gli altri detenuti del carcere sassarese. L'uomo è stato fermato ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria, chiamata a decidere sul provvedimento di fermo.