TORINO. Il Cagliari passa il turno di Coppa Italia battendo il Palermo ai calci di rigore in una gara sostanzialmente controllata dai rossoblù che però hanno rischiato di pagare caro un errore di Faragò. Il cammino in Tim Cup va quindi avanti: prossima gara contro il Pordenone il 29 novembre in casa. 

rastelli-quadrato

All’Olimpico di Torino Rastelli ha dato fiducia a Faragò e Capuano come esterni di difesa, Andreolli e Pisacane invece i centrali. Centrocampo a tre con Cigarini centrale, Ionita a destra e Barella a sinistra, davanti Joao Pedro alle spalle di Borriello di Farias.

Al 9’ punizione di Borriello appena fuori area, il pallone sfiora l’incrocio dei pali. Al 19’ Farias va solitario verso la porta ma viene murato da Posavec in uscita. Nel minuto di recupero arriva il vantaggio del Cagliari: Barella serve Joao Pedro che infila Posavec sul palo più lontano.

Nella ripresa al 59’ il Cagliari sfiora il 2-0: Farias lancia Faragò che però, tutto solo sulla destra, tira alto. Al 66’ il pareggio del Palermo: Faragò si fa soffiare la palla da Aleesami e mette al centro La Gumina, che supera Cragno. 

Si va prima ai supplementari, senza troppe emozioni, e poi ai rigori: due errori del Palermo (con una grande parata di Cragno su Aleesami) ed è Cossu, al quarto rigore, a mettere il sigillo alla gara.

cragno

CAGLIARI: Cragno, Faragò, Andreolli, Pisacane, Capuano, Ionita (100’ Cossu), Cigarini, Barella, Joao Pedro (79’ Sau), Borriello (84’ Cop), Farias.

PALERMO:  Posavec, Cionek, Bellusci, Struna, Aleesami, Morganella (107’ Rispoli), Murawski (73’ Gnahorè), Jajalo, Chochev, Nestorovski, Trajkovski (59’ La Gumina). 

ARBITRO: Paolo Valeri di Roma.

RETI: 45’ Joao Pedro, 66’ La Gumina.

RIGORI: Jajalo (sbagliato), Cigarini (gol); Aleesami (parato), Cop (g); Struna (g), Sau (g); La Gumina (g), Cossu (g).