Pizzeria-il-Vulcano-buono

CAGLIARI. Attentato incendiario nella notte nel corso Vittorio Emanuele, a Cagliari. Intorno alle 3 qualcuno ha dato fuoco alla saracinesca della pizzeria “Il Vulcano buono”: l’origine dolosa del gesto è stata confermata dai Vigili del fuoco, intervenuti sul posto con due squadre per spegnere le fiamme, partite dal liquido infiammabile di cui sono state trovate tracce. Per precauzione sono state evacuate cinque  famiglie che abitano vicino alla pizzeria, rimaste fuori di casa per circa un’ora, il tempo impiegato dagli uomini del 115 per domare le fiamme. Sul posto anche i carabinieri, per ricostruire la dinamica dell’attentato e risalire agli autori. 

Renato-Tuveri

CAGLIARI. Lasciati a terra da Alitalia al ritorno dal viaggio della speranza, nonostante avessero comprato i biglietti, perché la compagnia non ha barelle a disposizione. La brutta avventura è capitata a Renato Tuveri, ragazzo disabile di Villacidro, e al padre: erano andati all'ospedale Bellaria di  Bologna per un delicato intervento chirurgico alle gambe che lo avrebbe costretto a stare alcuni mesi con le gambe ingessate. L'ennesima operazione, per Renato, che nella sua vita è finito sotto ai ferri dall'età di cinque mesi, Ma ha sempre affrontato tutto con il sorriso. 

Questa volta tutto era stato organizzato per tempo. Interventi fissato da tempo, quindi i biglietti per il trasporto erano stati acquistati dall'estate. Non solo: Alitalia, stando al racconto dei familiari, era stata avvertita con largo anticipo della ovvia necessità di un trasporto barellato verso la Sardegna. Invece è l'inizio di una disavventura: "Dopo aver trasmesso tutta la documentazione necessaria e aver preso gli accordi con la compagnia aerea con largo anticipo per effettuare il viaggio di rientro in data 19/09/2017", racconta Roberta Tuveri, "fino al giorno prima di partire, hanno atteso invano la ricezione dei biglietti. In data 18/09/2017, non avendoli ancora ricevuti, dopo numerose telefonate al Call Center, scoprono che in realtà Renato non verrà sicuramente imbarcato né il 19, né il 20, né il 21, e chissà in quale data potrà volare causa di 'mancanza di barelle". La compagnia, insomma, ha lasciato a terra un disabile che da mesi sapeva di dover portare a bordo. Nessuna alternativa, nessun servizio di supporto. 

la disavventura però potrebbe avere un lieto fine, grazie all'intervento di un'altra compagnia: "Solo il caso e l'umanità di medici e personale del reparto del Bellaria di Bologna", prosegue il racconto,  "hanno permesso di trattenere Renato in ospedale, allo spostamento del padre in un'altra struttura ricettiva, nonché la disperata ricerca di un volo che gli permettesse di ritornare a casa. Solo grazie alla professionalità della compagnia aerea Meridiana è stato possibile organizzare, in poche ore, un viaggio di rientro per il 21". Domani Renato dovrebbe riuscire a tornare in Sardegna. Non a bordo di Alitalia, però, con la quale aveva acquistato i biglietti. 

Polizia-Gadone

ORANI.  Omicidio in tarda serata nel pieno centro di Orani, comune barbaricino di circa tremila abitanti. Intorno alle 21 Luca Carboni, noto Gadone, operaio forestale di 46 anni, è stato freddato all'uscita di una pizzeria all'altezza della circonvallazione del paese, in via Mario Delitala. L'uomo, separato e con due figli, viveva a Orani ed era già noto alle forze dell'ordine per una complessa vicenda di traffico di droga, usura e bombe risalente al 2010. Sul posto gli uomini della Squadra mobile della questura di Nuoro.

CAGLIARI.  Ragazzine e genitori già convocati: "Vogliamo parlare con loro per capire cosa è successo. Sarà il consiglio di classe a decidere quali provvedimenti adottare". A parlare è Graziella Artizzu, dirigente della scuola media Alfieri di Cagliari: all'esterno dell'istituto, nei giorni scorsi, due alunne si sono picchiate per strada, mentre tutti i compagni non intervenivano e si limitavano a riprendere con il telefonino (QUI LA NOTIZIA PUBBLICATA SU YOUTG.NET). "Facciamo sempre", prosegue la preside, "un lavoro di tipo educativo. Abbiamo organizzato incontri con la polizia postale e il presidente del tribunale per i minorenni cercando di far capire ai ragazzi, ma anche ai genitori, la gravità delle loro azioni".

Il video della lite tra le due ragazzine

Tavolo-Sprar-2

CAGLIARI. "Dobbiamo passare da una fase di pura emergenza a una gestione ordinaria dei flussi migratori attraverso attività e iniziative che favoriscano il processo di inclusione". Così l'assessore regionale agli Affari generali Filippo Spanu, intervenuto alla riunione del Tavolo regionale di coordinamento sui flussi migratori non programmati. "È necessario - sottolinea Spanu - potenziare il sistema degli Sprar secondo il principio da sempre sostenuto dalla giunta Pigliaru basato su un sistema di accoglienza dei migranti diffuso nel territorio". Alla presenza della delegata della Presidenza per le tematiche relative all'accoglienza Angela Quaquero, l'assessore ha rimarcato l'importanza del protocollo d'intesa tra Regione, prefetture e Anci che consente di potenziare il sistema dell'ospitalità diffusa.

Durante l'incontro, Spanu ha colto l'occasione per ribadire la posizione del governatore Pigliaru e della giunta sui flussi migratori diretti dall'Algeria: "Rappresentano un forte elemento di preoccupazione e un problema da arginare in modo efficace, con la collaborazione delle autorità del paese nordafricano, secondo un metodo operativo che il Governo, attraverso il ministro Minniti, ha assicurato di voler attuare".

Altre in Primo Piano

  • 1