Carabinieri-droga-Iglesias

CAGLIARI. Quasi 100 chili di marijuana pronta alla vendita, più 267 piantine ancora in germogli per un giro d’affari stimato in circa un milione di euro. È quanto scoperto nella giornata di oggi dai carabinieri della compagnia di Iglesias in un’azienda agricola della zona, in località Monte Oi, dove risiedono i fratelli G.F. e A.F., rispettivamente d 28 e 24 anni. I due sono finiti in manette insieme ad altri tre giovani originari del Nuorese, i fratelli G.P. e M.P. e D.L., tutti tra i 19 e i 22 anni, con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari sono intervenuti all’alba, con un blitz che ha visto impegnati anche i Cacciatori di Sardegna con le unità cinofile. Stando alla prima ricostruzione dei carabinieri, l’azienda agricola non era altro che una copertura per l’attività di coltivazione della marijuana, con un mercato che arrivava fino al Centro dell’isola. Tra l’abitazione e l’ovile presenti all’interno della tenuta (ben nascosta grazie alla particolare impervietà della zona) i militari hanno recuperato ben 96 chili di marijuana già essiccata e in parte già confezionata, insieme a 267 piantine contenute nella serra. I cinque arrestati sono stati condotti nel carcere di Uta in attesa dell’udienza di convalida.