laboratorio-analisi

MILANO. C'è una svolta nelle indagini sui morti per avvelenamento da tallio. Tracce della sostanza, "più di 100 volte superiori alla dose considerata tossica", sono state trovate in una tisana a casa di Alessio Palma e Maria Lina Pedon, anziani coniugi di Nova Milanese, in provincia di Monza, ricoverati da metà novembre proprio per avvelenamento. Sembra così trovare una soluzione il giallo sulla morte di tre persone, Patrizia Del Zotto e i genitori Giovanni Battista Del Zotto e Gioia Maria Pittana. La sostanza tossica era contenuta in un infuso di erbe, uno dei campioni prelevati dall'Ats della Brianza su richiesta dell'autorità giudiziaria dopo il ricovero degli ultimi due intossicati, suoceri di Domenico Del Zotto, fratello e figlio dei 3 deceduti.