APCTO160218da-sin-N-Puddu-Camperisti-SardiL-Pambira-Camperisti-SardiS-Casale-Tanta-Strada-in-CamperFrancesca-Tonini-DG-APCS-Palma-Camperisti-Sardi2

PARMA. Un defibrillatore in ogni area di sosta per camper. Parte dalla Sardegna l'iniziativa "Una maglia per il cuore" lanciata ufficialmente venerdì scorso a Parma nel corso del Festival del Turismo & Outdoor. La raccolta fondi pubblici e privati destinata - all'acquisto di defibrillatori, altri strumenti medici o realizzazione di strutture idonee a rendere più sicura e fruibile la pratica delle attività all’aria aperta, sul territorio nazionale - ha come promotori il presidente e il vicepresidente del club Camperisti sardi Luigi Pambira e Salvatore Palma, primi firmatari del protocollo d'intesa insieme alle presidentesse dell'Associazione produttori caravan e camper (Apc) Francesca Tonini e di Tanta Strada in Camper Club, Stefania Casale.

Proprio perché APC è da sempre impegnata nella sensibilizzazione delle attività a favore del territorio e nella promozione del turismo itinerante e, ogni anno da ormai 17 anni, grazie al Bando “I Comuni del Turismo in Libertà”, assegna a quattro comuni Italiani un sostanzioso premio/contributo per la realizzazione di aree sosta camper, la campagna per la dotazione di defibrillatori è rivolta a quelle amministrazioni che risulteranno vincitrici del noto concorso di APC. I defibrillatori verranno infatti donati, sulla base del numero che potrà essere acquistato al termine di ciascuna raccolta fondi, a uno o più dei quattro comuni vincitori del premio per la realizzazione delle aree sosta camper, promosso da APC. I defibrillatori dovranno essere posizionati nell'area di sosta (qualora ci siano le condizioni di custodia) oppure dovranno essere consegnati direttamente al Comune, alla Protezione Civile Locale, ai volontari del 118 o, in alternativa, alla stazione dei Carabinieri. I Comuni aggiudicatari dovranno indicare chiaramente che le aree di sosta sono dotate di defibrillatore. Infine, le Parti in causa si attiveranno direttamente, coinvolgendo esponenti del mondo sportivo, artistico e culturale, affinché ogni anno in occasione della consegna dei premi a Parma (o altra sede indicata dalle Parti), venga presentata la nuova maglia simbolo dell’iniziativa, per rilanciare la raccolta fondi per l'anno successivo.

Entusiasmo naturalmente da parte di tutti i protagonisti di questa iniziativa, a partire da Francesca Tonini (Direttore Generale di APC): “Per noi di APC è un onore e un piacere sostenere ‘Una maglia per il cuore’, un’iniziativa che rientra pienamente in quella che è la missione della nostra Associazione, da sempre impegnata per salvaguardare la sicurezza e la salute dei turisti in libertà. Non dimentichiamo che ogni anno sono oltre 8 milioni i camperisti che visitano la nostra Penisola e una simile campagna è un grande passo avanti per tutto il nostro comparto, anche in riferimento ai movimenti di altri grandi Paesi europei”.

Le fa eco Luigi Pambira (Presidente del Club Camperisti Sardi): “’Una maglia per il cuore’ non è solo un indumento capace di riscaldare il cuore delle persone, ma assume anche un significato più elevato: quello di unione, di solidarietà, che dovrebbe accompagnare ogni nostra azione”.

Salvatore Palma (Vicepresidente del Club Camperisti Sardi) ribadisce il concetto di solidarietà legato al progetto: “Come Club Camperisti Sardi abbiamo alle spalle già tante iniziative di solidarietà: ‘Una maglia per il cuore’ è un altro importante passo avanti che vogliamo fare in questo senso. Vuole essere però una maglia che si ‘allunga’, che coinvolge sempre più firme, che diventa come una catena che avvolge sempre più realtà”.

Chiude Stefania Casale (Presidente del Tanta Strada in Camper Club): “’Insieme per fare’ è un progetto nato dopo il terremoto che ha colpito il Centro Italia e ha permesso, grazie alla solidarietà tra camperisti, di aiutare già tante persone. Ora, grazie al sostegno di APC, diventa una realtà che può espandersi molto di più e raggiungere il maggior numero di persone possibile”.

Raccolta-differenziata-Cagliari-mastelli

CAGLIARI. Prosegue la distribuzione dei kit per il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. Gli abitanti di Pirri, del quartiere Europeo e Cep, del quartiere San Benedetto  coinvolti nel porta a porta, da lunedì 19 a sabato 24 febbraio riceveranno a casa i contenitori e i materiali utili.

Questi gli appuntamenti e le strade interessate:

- Pirri
Cavallino Guantino, Dei Vigneti, Dell'Oleandro, Delle Pergole, Fratelli bandiera, Riva Villasanta, Dei Grilli, Del Mirto, Delle Coccinelle, Delle rane, Imparato Girolamo, Dei Tralci, Dell'Edera, Delle Libellule, Della Vite e Legnano.

- Quartiere Europeo e Cep
Archimede, Avogadro Di Collobiano, Euclide, Gioia Flavio, Londra, Paracelso, Pitagora, Talete, Torricelli Evangelista, Vienna, Aiaccio, Cannizzaro Stanislao, Ferraris Galileo, Keplero, Madrid, Parigi, Righi Augusto, Telesio, Vardabasso, Volta, Avicenna, Don Matzeu, Ginevra, Lisbona, Mosca, Pascal, Ruffini, Tirana e Varsavia.

- Quartiere san Benedetto
Alagon, Bellini, Catalani, Cellini, Cino Da Pistoia, Corelli, Lo Frasso, Parini, Petrarca, Reni, Satta, Alghero, Boiardo, Cavalcanti, Cherubini, Cocco Ortu, Donizetti, Michelangelo, Pascoli, Pontano, Rossini, Todde, Ariosto, Boito, Cavaro, Cimarosa, piazza Cocco Ortu, Fais, Millelire, Pergolesi, Puccini, San Benedetto e Verdi.

Come anticipato, i mastelli saranno consegnati a domicilio da personale riconoscibile anche attraverso un tesserino identificativo. La consegna, che avverrà tra le 8 e le 20, andrà avanti ogni giorno sino al completamento delle zone. In caso di assenza degli inquilini, gli incaricati provvederanno a effettuare la consegna indicando tramite avviso una nuova data.

Contenitori e materiale informativo potranno comunque essere ritirati in qualsiasi momento al Centro Informazioni in via Ciusa 133 (da lunedì a sabato dalle 8 alle 20), nelle tre isole ecologiche presenti in città (operative da lunedì a sabato dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20 all'angolo tra via Pisano e via Newton, nel Parcheggio Cuore in prossimità del vecchio stadio Sant'Elia e nel parcheggio di via Puglia, in zona cimitero San Michele) e nel deposito di via Sangré, angolo via Nervi (da lunedì a sabato dalle 8 alle 12).

Ogni famiglia riceverà 5 contenitori (mastelli) impilabili, personalizzati e non cedibili, distinti per ciascuna tipologia di rifiuto: organico, plastica, multimateriale (vetro, latta e lattine), carta e cartone e residuo secco indifferenziato.

Insieme ai contenitori saranno consegnati gli strumenti informativi necessari per approfondire la conoscenza dei nuovi servizi e aiutare i cittadini nel passaggio al nuovo sistema di raccolta: l’ecocard (un documento di riconoscimento, personale, a uso esclusivo del nucleo familiare e che consente di usufruire di tutti i servizi previsti); l’ecobolario (un piccolo vocabolario, utilizzabile fin da subito, nel quale sono riportate in ordine alfabetico le tipologie di rifiuto, le categorie e le corrispondenti modalità di smaltimento); il decalogo (un elenco di semplici ma importanti accorgimenti utili a rendere i nostri comportamenti più sostenibili per l’ambiente e per la qualità della nostra vita). In una seconda fase sarà consegnato il calendario con le indicazioni dei giorni di raccolta di ciascuna tipologia di rifiuto.

Per usufruire gratuitamente del servizio di ritiro degli ingombranti è sempre attivo il numero verde 800533122.

Tutte le informazioni sulle novità e le attività del nuovo servizio di gestione dei rifiuti possonono essere reperite al Centro informazioni in viale Ciusa 133, aperto da lunedì a sabato dalle 8 alle 20.

Informazioni e dettagli su www.cagliariportaaporta.it

aLFREDO-fABBROCINI-2

CAGLIARI. Un programma televisivo in quattro puntate dedicate ad altrettanti brillanti poliziotti, capaci di risolvere indagini complicate con un mix di intuizione ed esperienza. È la trama di “Commissari - Sulle tracce del male”, nuovo format di Rai 3 che andrà in onda da domani, sabato 17 febbraio, in seconda serata. Protagonista della prima puntata Alfredo Fabbrocini, capo della Squadra mobile di Cagliari dal maggio 2016 all’aprile 2017, poi trasferito a Roma a capo della seconda divisione del Servizio centrale operativo. L’episodio risale alla sua precedente esperienza a Manfredonia, in Puglia, dove avvenne un duplice omicidio, particolarmente cruento e con i due fatti apparentemente non collegati tra loro. L’abilità investigativa di Fabbrocini fu decisiva nell’unire i fili tra i due delitti, commessi da un trentenne, capo di una banda di giovanissimi. 

SoloWomenRun-Cagliari

CAGLIARI. È già boom di adesioni per la SoloWomenRun, la corsa di solidarietà femminile in programma a Cagliari per domenica 11 marzo. Quasi 6 mila le donne iscritte alla quarta edizione della manifestazione, che prevede un tetto massimo di 7 mila adesioni. Ampiamente superato, quindi, il record di 5400 donne della passata edizione. Tra le associazioni, exploit di Abbracciamo un Sogno con oltre 1500 donne. Iscrizioni aperte ancora on line e al Cagliari Store di l.go Carlo Felice.

La corsa femminile più solidale d’Italia, organizzata nelle versioni Challenge (competitiva) e Open (non competitiva) da 42K in collaborazione con Apd Miramar, partirà e arriverà in piazza Yenne con un circuito interamente cittadino.

Grande anche l'entusiasmo dimostrato finora dalle associazioni (oltre che dai gruppi spontanei) che prenderanno parte alla Open. In tante hanno già confermato la propria adesione e tra tutte spicca il maxi sodalizio rosa Abbracciamo un Sogno (1597) che, insieme a Peter De Luna (700+50 premio 2017), Passu Passu (550+50 premio 2017), Karalis Pink Team-Fondazione Taccia (525+25 premio 2017) e Idea Onlus (400+25 premio 2017), concorrerà al Charity Goal, il maxi premio dedicato ai tre migliori progetti-donna sul territorio. Le associazioni che si sono assicurate un numero minimo di 250 pettorali infatti, potranno presentare entro il 10 marzo un progetto rosa solidale che sarà valutato dalla commissione etica.

Invariata la formula del circuito SWR, con la prova Open di 5Kche prevede un percorso da completare correndo o semplicemente camminando, aperto a tutte, e la Challenge di 10K, riservata invece alle runner competitive che, allo stato attuale, sono già 230.

La grande festa vivrà un momento speciale all’arrivo, quando, per la prima volta, da un palco all’insegna di musica e intrattenimenti, verrà più volte dato il via al color blast, il lancio della polvere rosa fornita a tutte le partecipanti.

Ulteriore novità per il 2018, la Cagliari SoloWomenRun, che conferma come main sponsor il Centro medico I Mulini, sarà preceduta sabato 10 marzo dal convegno 360 gradi Donna, dove saranno affrontate tematiche al femminile che coinvolgeranno associazioni e altre realtà a livello nazionale e locale.

Le iscrizioni sono aperte ancora on line (solowomenrun.it) ed ora anche al Cagliari Store di largo Carlo Felice (tutti i giorni dalle 9 alle 20.30). Il ritiro di pettorali e pacchi gara avverrà al Tennis Club Su Planu di via Peretti 1, a Selargius, con le seguenti modalità: associazioni Charity Goal +250 (mercoledì 7/3 ore 15-19 e giovedì 8/3 ore 10-13 e 15-19), associazioni -250 e gruppi numerosi (giovedì 8/3 ore 10-13 e 15-19), pre-iscritte on line (venerdì 9/3 ore 10-13) e tutte le singole iscritte (venerdì 9/3 ore 15-19 e sabato 10/3 ore 10-13 e 15-19).

Tra gli sponsor della manifestazione, confermato Ctm mentre rientra SuperPan, già partner della prima edizione nel 2015.

Per qualsiasi informazione il sito ufficiale è solowomenrun.it, la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e la pagina Facebook SoloWomenRun.

Randstad

CAGLIARI. La chiacchierata per un posto di lavoro con il titolare dell'azienda? Davanti a un caffè. O a un aperitivo. Chi ha detto che un colloquio deve necessariamente svolgersi in un ambiente formale? Candidati e aziende ormai si aspettano di essere raggiunti ovunque, in qualsiasi momento e attraverso qualsiasi dispositivo, e chiedono un’esperienza più personale che li faccia sentire maggiormente coinvolti e consapevoli nel raggiungimento dei loro obiettivi professionali.

Per questa ragione, Randstad,organizza colloqui approfonditi ma informali fra candidati e imprese del territorio, a colazione o all’ora dell’aperitivo, magari davanti a un caffè o a una bevanda rinfrescante. Il modello è quello degli speed date, al bar o in filiale, dove, proprio come quando si cerca l’anima gemella, empatia, intuizione e istinto sono fattori fondamentali per creare una connessione reale con l’interlocutore e costruire una relazione soddisfacente e di successo. Dopo cinque minuti di conversazione, il candidato dovrà alzarsi e passare al tavolo dell'azienda successiva, sperando di avere sfruttato al meglio la sua occasione.

A Cagliari l’appuntamento è doppio: domani ventidue candidati, selezionati da Randstad, potranno incontrare nove imprese del territorio presso la filiale locale dell’agenzia per il lavoro, in Piazza Michelangelo 9, davanti a un caffè, dalle 10alle 12, o a un aperitivo, dalle 15 alle 17.

 “La ‘Colazione con Randstad’ è un’occasione per agevolare in poco tempo la conoscenza multipla tra aziende e potenziali candidati, trasformando il colloquio in un appuntamento per un caffè – commenta Cristina Falconi, Permanent Manager di Randstad –. Quest'oggi abbiamo quindi organizzato dei colloqui informali in 26 città su tutto il territorio nazionale. Nello scorso appuntamento, organizzato a settembre, abbiamo fatto conoscere oltre 330 candidati a circa 180 aziende e ben 50 persone sono state inserite direttamente in azienda. L'obiettivo di giovedì 15 febbraio sarà quello di agevolare l’incontro tra 260 aziende e 520 candidati nel medesimo contesto informale che ha contraddistinto e premiato l’edizione precedente”.